Itinerario bike riviera Orta San Giulio

ORTA SAN GIULIO E I SUOI GIOIELLI
Al cospetto del lago più romantico d'Italia

Itinerario bike riviera Orta San Giulio – Percorso incantevole, che coniuga panorami unici, arte e natura. Principalmente su asfalto e ciottolati, è adatto a tutti, anche a chi non è particolarmente allenato.

PARTENZA IN COLLINA

Si parte dal paesino di Carcegna.
Ci inoltriamo lungo il ciottolato costeggiato da case in pietra di stile italiano.
Seguendo la traccia Gps ci ritroviamo ben presto su una strada in terra battuta e ghiaia fino a un incrocio che, proseguendo sulla sinistra, ci condurrà dopo circa 300 m al paese di Pettenasco. Avvicinandoci incontreremo il fiume Pescone e un meraviglioso ponte romano, sotto il quale sgorga la fonte d’acqua purissima “Paganetto”.

IL LAGO CI ATTENDE

A Pettenasco ci accoglierà subito la chiesa parrocchiale dedicata a Sant’Audenzio che, sul lato settentrionale, conserva il medioevale campanile romanico, uno fra i più antichi dell’intera Riviera.
Da qui inizierà la nostra pedalata lungo lago sulla passeggiata che prende il nome dall’avvocato inglese Peter Benenson, fondatore di Amnesty International, uno dei più fedeli amici di Pettenasco e del lago dove amava trascorrere le sue vacanza.

ACQUE CRISTALLINE

Al cospetto delle acque limpide del lago sulla destra e di incantevoli giardini in fiore sulla sinistra ci avvicineremo a Orta lungo la sponda orientale, accompagnati dagli aromi di gelsomino, rose e sempre verdi. Troveremo spiagge libere e private, pontili, la foce del fiume Pescone, la scultura “la fionda” firmata da Roselyne Elutti e soprattutto godremo di una vista incantevole.

LA FIONDA DEL LAGO

Ci ritroveremo sulla strada asfaltata nei pressi dell’Hotel L’Approdo.
Mantenendo la destra, proseguiamo lungo la strada: pochi minuti e avremo raggiunto la rotonda che precede Orta. Qui sorge l’imponente Villa Crespi, incantevole riproduzione di un palazzo moresco e rinomato hotel e ristorante reso celebre dallo chef stellato Antonino Cannavacciuolo. Tenendo la destra, dopo qualche metro imboccheremo la via in salita sulla sinistra, in direzione del Sacro Monte.

APRITE IL CUORE

Dopo qualche tornante raggiungeremo la sommità della collina che ci introdurrà nell’atmosfera fuori dal tempo di questo luogo unico. Qui, in un bosco di pini e faggi, in un percorso a spirale sorgono 20 cappelle dedicate alla vita di San Francesco D’Assisi. Realizzate dal 1591 alla metà del Settecento e arricchite da logge e porticati, ospitano 376 statue in cotto in dimensioni e fattezze realistiche che raccontano scene molto vivide e suggestive la vita del santo.

IL SACRO MONTE DI ORTA SAN GIULIO

Oltre alla maestria di questi grandi artisti, il Sacro Monte è reso magico dalla natura che lo circonda e dalla vista struggente che regala affacciandosi su Orta e sull’Isola di San Giulio. “Uno dei luoghi più suggestivi al mondo”, come lo definì Nietsche.

SCENDENDO NEL BORGO

Il nostro Itinerario bike riviera Orta San Giulio a questo punto prosegue scendendo verso il paese di Orta San Giulio, sfilando di fronte a una fontana monumentale, una meravigliosa statua di Francesco D’Assisi fino ad arrivare alla Chiesa dell’Assunta. La bella e larga via selciata ci condurrà alla piazza Mario Motta, il salotto di Orta, cuore della vita cittadina.

LA PIAZZA DELLE MERAVIGLIE

Abbracciata su tre lati da vecchi palazzotti, portici e ippocastani, la piazza accoglie il Palazzo della Comunità, o Broletto, risalente al 1582. Da qui si gode una incredibile vista sul lago e sulla romantica Isola di San Giulio con il Palazzo dei Vescovi, il campanile della Basilica di San Giulio e ville d’epoca che si ergono tra acqua e cielo.

IL BORGO DELLE MERAVIGLIE

Dalla piazza si diramano una serie di viuzze caratteristiche, strette e tortuose, chiuse al traffico e ricche di palazzi signorili di stili diversi, ma anche di caratteristici negozi e locali.
Risaliti in sella, ci dirigeremo sulla sinistra della piazza, superando la chiesa della Santa Trinità, sempre costeggiando il lago.

Continuando lungo la strada, sulla destra, potremo fare una piccola deviazione scendendo a Ortello, un piccolo golfo che in passato ospitava un antico villaggio di agricoltori e pescatori, dove oggi si trova un pontile dove attracca il traghetto e una graziosa spiaggetta di sabbia e ghiaia.

VILLA CRESPI ECCELLENZE E STORIA

Tornando alla strada principale risaliremo verso Villa Crespi e la rotonda alle porte di Orta.
A questo punto, prendendo la strada sulla nostra destra, potremo proseguire la nostra pedalata verso la piccola frazione di Legro, diventata meta turistica grazie ai simpatici affreschi dipinti sulle facciate delle case da artisti italiani e stranieri con poesie di Gianni Rodari e scene di film girati sulle sponde del Lago d’Orta.
Aiutandoci sempre con il Gps, torneremo a Carcegna e alla sua parrocchiale, fino a chiudere il nostro itinerario tornando al punto di partenza.

Itinerario bike riviera Orta San Giulio

TIPI DI STRADA

Singletrack: 1,31 km

Sentiero: 3,21 km
Strada secondaria: 3,30 km
Strada: 3,31 km
Strada statale: 2,92 km
Stra d accesso: 132 m

 

SUPERFICI

Naturale: 232 m
Non asfaltata: 2,55 km
Sterrato: 1,60 km
Lastricato: 1,84 km
Asfalto: 6,62 km
Sconosciuta: 1,57 km

SEGUI I NOSTRI HIGHLIGHTS

ESPLORA IL TERRITORIO SEGUENDO I NOSTRI CONSIGLI

Pettenasco

Scopri di più

Pettenasco  è un comune italiano della provincia di Novara adagiato a metà della sponda orientale del Lago d’Orta.

 

Riviera

Scopri di più

Zona turistica ricca di spiagge per rilassasrsi e divertirsi

 

Villa Crespi

Scopri di più

Villa Crespi è una villa storica situata nel comune di Orta San Giulio, presso il lago d’Orta. La villa ospita un hotel e un ristorante diretti da Antonino Cannavacciuolo, noto chef di fama internazionale.

 

Sacro monte di Orta

Scopri di più

Il Sacro Monte di Orta fa parte del gruppo dei nove Sacri Monti alpini in Piemonte e Lombardia considerati patrimoni dell’umanità e si trova nel comune di Orta San Giulio in provincia di Novara.

Salita del motta

Scopri di più

La salita conduce in Piazza Motta, vero e proprio salotto affacciato sul lago, dalla quale partono le imbarcazioni dirette all’Isola di San Giulio.

 

Il palazzotto

Scopri di più

Il Palazzotto  è un edificio storico situato nella piazza centrale di Orta San Giulio (piazza Motta) ed è uno dei simboli della città. Sulle pareti esterne del palazzotto sono presenti gli stemmi dei vescovi, tre meridiane e il simbolo di Orta San Giulio: l’Hortus Conclusus.

Isola San Giulio

Scopri di più

L’isola di San Giulio è l’unica isola del Lago d’Orta e fa parte del comune di Orta San Giulio, in provincia di Novara, in Piemonte. È situata a circa 400 metri dalla riva. È presente un piccolo centro abitato in cui gli edifici di maggiore rilevanza storica sono la Basilica di San Giulio e l’abbazia Mater Ecclesiae.

Piazza Motta

Scopri di più

Piazza Motta, vero e proprio salotto affacciato sul lago, dalla quale partono le imbarcazioni dirette all’Isola di San Giulio. La piazza si trova al centro del paese ed  è circondata su tre lati da edifici ben proporzionati allo spazio, per buona parte porticati.

 

Ortello

Scopri di più

Piccola spiaggia con pontili dietro Villa Crespi, inserito in un contesto caratteristico di case antiche e vista di notevole bellezza.

 

Legro

Scopri di più

Legro, frazione di Orta, sorge sul retrostante rilievo collinare dove si trova anche la stazione di Orta-Miasino.

Carcegna

Scopri di più

Carcegna, frazione del comune di Miasino (NO), è un borgo situato sulle colline orientali del lago d’Orta a una altitudine di 397 m s.l.m. e conta 347 abitanti.

Ponte romano

Scopri di più

Ponte Romano nel comune di Ameno