Itinerario bike dei villaggi lacustri

DAL LIDO DI GOZZANO A RONCO
lungo lago a fior d'acqua tra canneti e villaggi lacustri

Itinerario bike dei villaggi lacustri – Un itinerario semplice ma capace di regalare grandi emozioni. Se volete vivere appieno il lago d’Orta a fior d’acqua, questo facile percorso fa per voi. Non dimenticate di portare anche il costume cosi da potervi rinfrescare lungo la via.

SPIAGGIA PERFETTA

Il punto di partenza è il lido di Gozzano premiata nel 2020 con la bandiera Blu e il riconoscimento di spiaggia più pulita del Piemonte. Alla fine dell’ampio, strategico, parcheggio parte sulla sinistra il sentiero che ci condurrà lungo la costa, con una piccola fontana sulla sinistra per riempire la borraccia prima di partire.
Il percorso si sviluppa seguendo per circa 1 km una cinta di sassi e sulla destra il canneto, offrendoci subito la preziosa occasione di avvistare fra le canne del lago diverse specie di uccelli selvatici, come lo svasso e il tarabusino caratteristici di queste acque.

CANNETI E SVASSI

Superato il percorso sterrato, una lieve salita sulla sinistra ci porta su un nuovo tratto asfaltato, Lungo la strada una serie di ville e giardini affacciati sul lago, prati e alberi da frutto fanno da contraltare al blu continuo del lago.
Alla fine del rettilineo una nuova leggera salita conduce a un bivio. Prendiamo la strada ridotta asfaltata sulla destra e scendiamo ancora lungolago tra ville antiche e piccole pittoresche darsene nascoste fra le fronde.

IL SILENZIO E’ PADRONE

Il silenzio è padrone in questi luoghi. Sfiliamo tra le cinte colorate delle dimore d’epoca fino a raggiungere lo spiazzo di un piccolo ristorante. Lì inizia un nuovo tratto di sentiero sterrato, che si addentra nel verde, sempre costeggiando il lago. Attenzione ai pedoni che in nei fine settimana potrebbero essere numerosi mentre il sentiero si fa stretto. Dopo 600 metri all’ombra si sbuca nell’ampia spiaggia di Lagna, con il suo pontile e la sua rinfrescante pineta alle spalle.

ACQUE CHE SCORRONO

Proseguendo, si svolta a sinistra: la strada sale repentina per 150 metri per riprendere poi pianeggiante fino a raggiungere il villaggio di Lagna. Uno splendido lavatoio dell’800 e una serie di piccoli corsi d’acqua rinfrescano la via. Alla fine del centro abitato si attraversa il fiume su un ponticelllo o, per i più sportivi, direttamente attraverso il suo fondo.
A questo punto ci troviamo sulla statale che collega San Maurizio d’Opaglio con Pella.

TUTTO FILA LISCIO

Facendo attenzione al traffico – soprattutto nei giorni festivi – percorriamo i primi 400 metri di strada asfaltata e svoltiamo a destra. Pedaliamo per altri 600 metri superando Roncallo al lago e, a seguire, la splendida parrocchiale di San Filiberto con la sua magica cornice di piccole cappelle della via Crucis e il suo antico campanile, ritto al cospetto del lago. In questo punto c’è anche la possibilità di imbarcare la bici sul traghetto di linea che porta a Orta, facendo tappa sull’isola di San Giulio. Proseguendo su strada lungolago il percorso conduce a Pella, uno dei borghi più antichi del Cusio.

PELLA SEI BELLA

La strada pedonale costeggia le acque punteggiate di candide barche ormeggiate al cospetto della torre medievale fino ad aprirsi nella piazzetta centrale. Tappa ideale per una veloce sosta il pacifico paesino è ricco di interessanti spunti storici, come le due chiesette cinquecentesche di San Giovanni Battista e di Sant’Albino vescovo, l’antico lavatoio che consentica alle donne di fare il bucato anche quando le condizioni meteorologiche impedivano di avvicinarsi al lago e, ancora, l’ex cartiera Sonzogno.

RONCO: UN GIOIELLO UNICO

Rimontati in sella, seguiamo il percorso salendo per Via Roma fino a tornare sulla strada asfaltata, e svoltiamo a destra. Da qui la nostra pedalata ci conduce al villaggio di Ronco dove termina la strada: circa 5 km di pace, tra il verde dei boschi e il blu del lago. Sulla via non mancano scorci suggestivi e inconsueti sull’isola di San Giulio e sulle acque del lago, come quello che regala la piccola cappelletta dei pescatori. Raggiunto Ronco, lasciamo la bicicletta per una piccola visita a piedi nella quiete delle due viuzze, racchiuse fra dimore d’epoca e il pontile.

SI TORNA INDIETRO DAL PONTE

La via del ritorno segue lo stesso tracciato fino a Pella, dove una piccola deviazione sulla destra ci permette di attraversare il torrente Pellino percorrendo un caratteristico ponte a schiena d’asino. Seguendo la cartellonistica per San Filiberto, un sentiero ben tenuto ci conduce attraverso il bosco attraversando un ponte di legno e un’area di sosta nel verde. Dopo 500 metri ci ritroviamp di nuovo lungolago per tornare nuovamente a Gozzano e concederci magari in chiusura un bel tuffo refrigerante. Un itinerario per tutti, ideale anche per i piccoli, concedendosi una merenda o portandosi il pranzo al sacco. Una occasione per una vera giornata di lago. Itinerario bike dei villaggi lacustri.

Itinerario bike dei villaggi lacustri

TIPI DI STRADA

Singletrack: 4,15 km

Sentiero: 403 m
Pista ciclabile: 0 km
Strada minore: 2,44 km
Strada asfalto: 13,20 km

 

SUPERFICI

Naturale: 2,65 km

Non asfaltata: 154 m
Sterrato: 1,38 km
Lastricato: 2,69 km
Asfalto: 13,3 km
Sconosciuta: 328 m

SEGUI I NOSTRI HIGHLIGHTS

ESPLORA IL TERRITORIO SEGUENDO I NOSTRI CONSIGLI

Lido

scopri di più

Il lido è situato nei pressi di Gozzano, con ampia spiaggia sabbiosa e diversi servizi, ristorante, bar, noleggi.

Il canneto

scopri di più

I canneti sono spesso presenti vicino alla riva del lago.

Lagna

Scopri di più

Lagna è una frazione del comune di San Maurizio d’Opaglio e insieme a Briallo costituisce il nucleo originale di San Maurizio d’Opaglio. Situata sulle sponde del Lago d’Orta, la frazione è caratterizzata dalla piccola Chiesa dedicata a San Rocco, dal lavatoio antico e dalla spiaggia con pontile e bar.

Praterie di lago

Scopri di più

Numerose praterie costeggiano il percorso

San Filiberto

Scopri di più

La chiesa di San Filiberto è un edificio religioso situato a Pella in Provincia di Novara e più precisamente nella frazione di Alzo. È l’unica chiesa in Italia dedicata a San Filiberto.

Ponte pellino

Scopri di più

Poco prima della foce il Pellino viene scavalcato da un ponte risalente al V secolo, esso rappresenta l’architettura più antica del comune lacustre.

Pella

Scopri di più

Pella è un comune piemontese situato su di una piccola penisola che nasce sulle sponde occidentali del Lago D’Orta di fronte all’Isola di San Giulio e sovrastato alle sue spalle da ripide alture di granito sulle quali sorge il Santuario della Madonna del Sasso.

Imbarcadero

Scopri di più

Qui attraccano i traghetti per spostarsi sul lago.

Ronco

Scopri di più

Nella frazione di Ronco si trova, nel bosco, l’oratorio di San Giulio nel quale sono stati rinvenuti affreschi del XV secolo.

Fonte San Giulio

Scopri di più

Madonna pescatori

DEMO FOTO

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Sassi dipinti

DEMO FOTO

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.