Torre del Buccione

La Torre di Buccione

Ai tempi antichi, le torri di difesa erano una vista comune che incuteva timore nei forestieri in arrivo in un territorio nuovo e difendeva dall’invasione. La Torre di Buccione, risalente al X o al XII secolo, non fa eccezione ed era circondata da un avamposto militare che ora è quasi completamente sparito.

L’antica entrata era posta per ragioni di difesa a 7 metri da terra e, all’esterno, la torre era circondata da una cinta muraria con merle feritoie e arciere. In cima la campana serviva per lanciare il segnale di pericolo in arrivo. Si vede facilmente quanto fosse strategico questo luogo per chi nel medioevo dipendeva da queste torri per la sua incolumità e oggi si vede quanto, nei periodi di tranquillità, poteva essere suggestivo questo luogo, quasi quanto lo è oggi.

Oggi la Torre si trova all’interno della Riserva Naturale Speciale istituita dalle Regione Piemonte per salvaguardare il patrimonio storico e ambientale del luogo. Si può raggiungere la Torre in auto seguendo la strada statale S.R. 229 dal Lago a Gozzano, svoltare per Miasino e a poche centaia trovare il parcheggio. In 15 minuti, con una passeggiata tra sentieri campestri, si raggiunge la vetta , per godere di panorami sul lago D’Orta incorniciato dalla catena delle Alpi e dal massiccio del Rosa. Una scena magica che una volta vista, non riuscirete a dimenticare.