Evento La terra trema. Il cuore Batte – Cena solidale

Charity dinner – La terra trema. Il cuore batte.

Serata di raccolta fondi a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto

26 marzo 2017, presso HOTEL SAN ROCCO – Orta San Giulio

Charity dinner La terra trema. Il cuore batte.

Serata di raccolta fondi a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremotoLa cucina d’autore per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto nel centro Italia: la solidarietà passa attraverso i sapori di uno dei luoghi più belli del lago d’Orta – l’hotel San Rocco – e dall’impegno di cinque cuochi del territorio e non solo.
Il progetto di solidarietà “La terra trema. Il cuore batte”, a cura dell’associazione di Armeno Cuore Attivo ONLUS, muoverà il suo primo e importante passo grazie alla cena di gala in programma domenica 26 marzo e promossa (oltrechè dall’hotel San Rocco), dall’Unione Turistica Lago d’Orta, dall’agenzia di Comunicazione Magic & Partner, e da una cordata di aziende e associazioni di Armeno.

Hanno accolto l’invito a questa serata 5 chef d’eccezione del Lago d’Orta e del Lago Maggiore: Simone Corbo e Gabriele Tratzi (Villa Crespi), Fabrizio Tesse, (Locanda di Orta), Riccardo Bassetti (La Tavola – Porticciolo di Laveno) oltre all’executive del San Rocco Cristian Cerri. I vini in abbinamento, sono frutto di un’attenta selezione di Carlo Zoppis, che li offrirà in occasione della serata, durante la quale è altresì prevista un’asta benefica con un battitore d’asta d’eccezione “a sorpresa”: i partecipanti potranno aggiudicarsi a suon di donazioni dei doni esclusivi, tra cui i guanti da corsa e le tute di Formula 1 originali di due team sportivi campioni del mondo, Red Bull e Ferrari, donati dall’azienda PUMA e dall’azienda Daldosso di Armeno.

MENU

Carpaccio di lavarello marinato, wasabi e gelatina di mela verde
Battuta di Chianina a coltello uovo di quaglia e salsiccia di Bra

Risotto Carnaroli con timo, limone e vongole

Spalletta di vitello cotta a lungo nello spumante con composta
di tapinambur e patate

Gorgonzola dolce e piccante “Gran Riserva Leonardi “con mostarda d’uva

Semifreddo allo yogurt con nocciole pralinate, lamponi e salsa lime

Caffe espresso ” Lollo “
Amaretti e roselline di Orta

Porto rosso Riserva “Quinta do Infantado”
Vini in abbinamento dell’enoteca ” Zoppis “

26 marzo 2017, presso HOTEL SAN ROCCO – Orta San Giulio

La cena è a numero chiuso

Partecipazione 120 euro

richiesta la carta di credito per la prenotazione ai

seguenti numeri telefonici: 0322.911977-3356433325

Oppure via MAIL cena@cuoreattivo.org

LA TERRA TREMA IL CUORE BATTE – 26 MARZO 2017

La cucina d’autore per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto nel centro Italia: la solidarietà passa attraverso i sapori di uno dei luoghi più belli del lago d’Orta – l’hotel San Rocco – e dall’impegno di cinque cuochi del territorio e non solo.
Il progetto di solidarietà “La terra trema. Il cuore batte”, a cura dell’associazione di Armeno Cuore Attivo ONLUS, muoverà il suo primo e importante passo grazie alla cena di gala in programma domenica 26 marzo e promossa (oltrechè dall’hotel San Rocco), dall’Unione Turistica Lago d’Orta, dall’agenzia di Comunicazione Magic & Partner, e da una cordata di aziende e associazioni di Armeno.

Hanno accolto l’invito a questa serata 5 chef d’eccezione del Lago d’Orta e del Lago Maggiore: Simone Corbo e Gabriele Tratzi (Villa Crespi), Fabrizio Tesse, (Locanda di Orta), Riccardo Bassetti (La Tavola – Porticciolo di Laveno) oltre all’executive del San Rocco Cristian Cerri.

I vini in abbinamento, sono frutto di un’attenta selezione di Carlo Zoppis, che li offrirà in occasione della serata, durante la quale è altresì prevista un’asta benefica con un battitore d’asta d’eccezione “a sorpresa”: i partecipanti potranno aggiudicarsi a suon di donazioni dei doni esclusivi, tra cui i guanti da corsa e le tute di Formula 1 originali di due team sportivi campioni del mondo, Red Bull e Ferrari, donati dall’azienda PUMA e dall’azienda Daldosso di Armeno.

Chiuderà la serata la musica del gruppo musicale swing e blues Jumpin’ Pumpkins.

L’evento sarà presentato dalla giornalista televisiva Marianna Morandi e dal giornalista della Stampa Vincenzo Amato.

Ospite la famiglia Lucarini di Pieve Torina nelle Marche porterà la propria testimonianza sulla difficile situazione dei paesi colpiti dal terremoto.

L’intero ricavato della serata sarà devoluto a sostegno del progetto “La terra trema. Il cuore batte” promosso dall’associazione Cuore Attivo.

In seguito ai terremoti che hanno colpito l’Italia nel 2016, la ONLUS armeniese si è mobilitata ideando e dando avvio a un progetto di ricostruzione diretta di sostegno alle aziende umbro-marchigiane per rimettere in attività l’economia locale, che garantisce lavoro e vita alla maggior parte delle famiglie con l’agricoltura, l’allevamento, la produzione e la vendita di specialità tipiche del territorio.
Prima azione del progetto, già avviata, è la ricostruzione di tre caseifici nei paesi dell’appennino
umbro-marchigiano, per la somma di euro 50.000. La ricostruzione sarà realizzata direttamente dai volontari dell’associazione Cuore Attivo e documentata, passo dopo passo, sul sito dell’associazione www.cuoreattivo.org.
“Il lago d’Orta è sempre pronto a far sentire la propria voce solidale e il proprio contributo a favore di chi è in difficoltà, e lo fa ancora una volta coinvolgendo le proprie eccellenze, sia in termini di cucina che di impresa” dichiara Oreste Primatesta, presidente dell’Unione turistica del lago d’Orta e portavoce del comitato organizzativo.
La donazione per partecipare alla serata è di 120 €, che saranno integralmente devoluti, detratte alcune spese, a sostegno del progetto “La terra trema. Il cuore batte” dell’associazione Cuore Attivo.
Obiettivo del progetto è portare il più presto possibile un aiuto concreto alle popolazioni colpite” spiega Giuseppe (Seppi) Enzio, presidente di Cuore attivo. “Desideriamo intervenire in modo fattivo, impiegando direttamente sul posto quanto raccolto e sostenere, così, la ripresa delle attività quotidiane; ci concentreremo, in particolare, sul sostegno alle imprese per rimettere in moto l’economia locale, ciò che garantisce vita, e lavoro alla maggior parte delle famiglie”.